Assisi: la città di San Francesco

assisi

Esistente già in epoca preromana, Assisi è una delle città più belle e suggestive d’Italia.

Dal borgo alla valle sottostante si possono ammirare tracce di diverse epoche storiche che fanno di Assisi una perla rara della storia italiana.

Assisi, o Ascesi per i più legati alla tradizione, è un borgo umbro situato alle pendici del Monte Subasio.

La sua storia è fitta di avvenimenti importanti: qui nacquero e vissero San Francesco e Santa Chiara, ad Assisi, secondo la tradizione, venne battezzato Federico II di Svevia detto stupor mundi, citata anche nella Divina Commedia, Assisi è davvero una città affascinante e piena di storia.

Cosa vedere ad Assisi

Basilica di San Francesco

Si divide in Superiore ed Inferiore, questa basilica fu costruita subito dopo la morte del santo, ospita ancora oggi il Sacro convento dei Frati Minori. All’interno è possibile visitare la tomba di San Francesco che si trova al di sotto della basilica inferiore.

Nella basilica superiore si possono ammirare gli affreschi di Giotto che narrano la vita e la storia di San Francesco.

Visita il sito della Basilica di San Francesco: https://www.sanfrancescoassisi.org

Basilica di Santa Chiara

Anche questa basilica, come quella di San Francesco, fu costruita subito dopo la morte di Santa Chiara, insieme all’attiguo convento delle Clarisse.

Al suo interno è possibile visitare la tomba di Santa Chiara e ammirare il famoso crocifisso di San Damiano.

Basilica Superiore di San Francesco

Questo crocifisso era installato nel Santuario di San Damiano all’epoca di Santa Chiara e quando le Clarisse si spostarono nella nuova chiesa, l’attuale basilica di Santa Chiara appunto, lo portarono con loro. Il crocifisso di San Damiano è famoso per la celebre storia secondo la quale il crocifisso stesso parlò a San Francesco indicandogli la strada da seguire chiedendo al santo di riparare la sua casa che stava crollando.

All’interno della basilica sono custodite alcune reliquie dei santi Francesco e Chiara, tra cui le vesti, i cingoli, i capelli di Santa Chiara e il Vangelo di San Francesco, oltre ad altre reliquie interessanti.

Cattedrale di San Rufino

La cattedrale di San Rufino è una delle chiese più antiche di Assisi, qui furono battezzati San Francesco e Santa Chiara.

Curiosità: lo sapevi che si dice che qui fu battezzato anche Federico II di Svevia?

Chiesa nuova

Questa chiesa è stata eretta sopra la casa natale di San Francesco. Al suo interno si trova la celletta dove San Francesco fu rinchiuso dal padre per costringerlo a cambiare idea sulla sua decisione di abbracciare la santa povertà.

Casa natale di San Francesco e Plateola

In un vicolo che fiancheggia la Chiesa Nuova, appena oltrepassato un piccolo cancello si entra nella casa natale di San Francesco. Suggestive sono le stanze che si trovano al di sotto della casa dove attualmente si può accedere.

Poco più in fondo nello stesso vicolo si incontra una piccola cappelletta detta Plateola alla quale si accede da una porta in stile gotico, qui si narra che nacque San Francesco.

Chiesa di Santa Maria sopra Minerva

Sopra Minerva , appunto, perché in realtà questa chiesa era dapprima un tempio romano. Ancora oggi esternamente si può ammirare il colonnato e la struttura tipica di architettura romana.

Foro romano

Lungo la strada che porta alla piazza dove sorge la Chiesa di Santa Maria sopra Minerva si può accedere al Museo del Foro romano, ormai sotterraneo, di Assisi. Al di sotto dei palazzi si snodano delle gallerie in cui è possibile ammirare lapidi, sarcofaghi e altri reperti di origina romana.

Chiesa di Santa Maria sopra Minerva

Chiesa Santa Maria Maggiore

Famosa sia per la sua storia legata al santo, viene infatti chiamata anche Santuario della spogliazione, sia per essere il luogo in cui riposa il beato Carlo Acutis.

Santuario di San Damiano

Poco fuori dal centro storico ma già in piena campagna si trova il Santuario di San Damiano, il luogo che segnò non solo la vita di San Francesco ma anche quella di Santa Chiara. È qui infatti che a San Francesco parlò il famoso crocifisso di San Damiano, appunto, e dove Santa Chiara fondò l’ordine delle Clarisse e visse la sua vita.

Il santuario è facilmente raggiungibile a piedi o in auto e il percorso per visitarlo al suo interno è segnalato da varie tappe che toccano tutti i punti salienti delle vite di Francesco e Chiara.

Basilica Santa Maria degli Angeli

Basilica di Santa Maria degli Angeli – Porziuncola

Nella pianura sottostante il borgo di Assisi svetta la cupola della Basilica di Santa Maria degli Angeli.

La basilica fu costruita sopra una molto più antica e modesta chiesetta, detta Porziuncola.

La Porziuncola fu una delle chiesette di campagna ristrutturate dallo stesso San Francesco nel corso della sua vita e fu proprio qui che fondò un convento di Frati Minori dove lui stesso alloggiava molto spesso.

All’interno del complesso della basilica si può visitare, oltre la suddetta Porziuncola, la Cappella del Transito e il roseto, dove crescono le rose senza spine uniche nel loro genere. Si dice che San Francesco, in preda ad una tentazione, si lancio tra questo rovo spinoso e all’improvviso sbocciarono queste magnifiche rose senza spine. Poco più avanti si trova la Cappella delle Rose e il Museo della Porziuncola.

Visita il sito della Porziuncola: https://www.porziuncola.org

Eremo delle carceri

In mezzo al bosco sul Monte Subasio si trova l’Eremo delle Carceri, un eremo che spesso ospitava Francesco e i suoi frati che qui si raccoglievano in preghiera. Da questo punto si gode di un silenzio ed una pace unica che richiama alla mente immediatamente la storia di San Francesco.

Visita il sito ufficiale dell’Eremo delle Carceri: https://www.santuarioeremodellecarceri.org/

Santuario di Rivotorto

Santuario di Rivotorto

Poco lontano da Santa Maria degli Angeli si trova il Santuario di Rivotorto, qui, all’interno della chiesa, si trova una piccola struttura che viene chiamata Sacro Tugurio, si dice che in questo luogo Francesco e i suoi primi compagni facevano base nella prima fase della storia dei frati francescani.

Visita il sito ufficiale del Santuario di Rivotorto: https://santuariorivotortoassisi.org/

Rocca Maggiore

È l’edificio che si trova più in alto, la Rocca Maggiore, distrutta e abbandonata più volte negli anni, è stata sede di diverse casate e molti personaggi storici vi soggiornarono, come Federico II di Svevia insieme a Corrado di Ursilengen e più tardi vi soggiornò anche Cesare Borgia. In questo periodo la Rocca è chiusa per ristrutturazione, ti consigliamo di visitare il sito per avere maggiori informazioni.

Parco del Monte Subasio e il Mortaro

Per gli amanti del trekking e delle passeggiate in mezzo alla natura il Parco del Monte Subasio è la meta perfetta. Si snodano diversi percorsi che attraversano il monte fino alla vetta dalla quale si può ammirare tutta la valle sottostante fino all’orizzonte. Passando per il parco si incontra il Mortaro grande e altri mortari e fosse ovvero grandi doline che sprofondano nel terreno, davvero interessanti dal punto di vista geologico e naturalistico.

Cosa mangiare

Non si può visitare l’Umbria ed Assisi in particolare senza mangiare una buona torta al testo. La torta al testo è una specialità umbra che consiste in un impasto morbido cotto e tagliato a fette e poi farcito con specialità locali come i salumi e i formaggi umbri, magari al tartufo, l’erba, salsicce e salame di cinghiale.

Lungo le vie di Assisi numerose sono le botteghe dove mangiare una fetta di torta al testo e se vi rimane un po’ di languorino e volete godervi un dessert, nelle pasticcerie tra i vicoli di Assisi potete gustare i dolci tipici della zona come il pane di San Francesco, la rocciata, i mostaccioli, il dolce preferito di San Francesco, o i baci di Assisi.

Quanto tempo occorre per visitare Assisi?

Per visitare Assisi basta un solo giorno purché muniti di automobile, per velocizzare gli spostamenti. Consigliamo, comunque, di soggiornare qualche giorno per poter gustare la città con più calma, assaporando passo dopo passo la storia che aleggia tra i vicoli, fermandosi a gustare un buon piatto di strangozzi al tartufo in uno dei numerosi ristoranti e magari godendosi una Santa Messa in uno dei santuari francescani.

Qual è il periodo migliore per visitare Assisi?

Tutto l’anno Assisi regala emozioni uniche, sebbene nel periodo natalizio la città si riveste di un’atmosfera incantata, tra le vie del borgo risuonano canti natalizi, sulle facciate delle chiese sono proiettate immagini artistiche che rappresentano la storia di Assisi e il presepe, che inventò proprio San Francesco, viene allestito in varie forme in tutta la città.

Come raggiungere Assisi

Assisi si trova a un due ore di auto da Roma e a 30 min da Perugia. Lungo la salita che porta al vero e proprio borgo di Assisi vi sono numerosi parcheggi dove e possibile sostare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *