Città

turista guarda il colosseo

Roma insolita: esperienze e luoghi segreti da scoprire

Quando si pensa a Roma, il Colosseo, Piazza di Spagna, Piazza Navona… sono queste spesso le prime immagini che vengono in mente. Tuttavia, la Città Eterna ha molto di più da offrire oltre a questi iconici luoghi turistici. In questo articolo, esploreremo alcune delle esperienze insolite e dei luoghi segreti che rendono Roma unica e affascinante. Dalle cripte sotterranee ai giardini nascosti, viaggeremo attraverso i tesori meno conosciuti di questa città millenaria. La Cripta dei Cappuccini Nascosta sotto la Chiesa di Santa Maria della Concezione dei Cappuccini, questa cripta è un luogo sorprendente e un po’…inquietante. Le pareti sono decorate con le ossa di circa 4.000 frati cappuccini, disposte in modo piuttosto artistico. L’atmosfera suggestiva di questo luogo rende la visita un’esperienza indimenticabile. Informazioni: Il quartiere Coppedè Situato nel quartiere Trieste, Coppedè è un gioiello architettonico nascosto. Caratterizzato da un mix unico di stili, tra cui Liberty, Gotico, Art Nouveau e Medioevale, questo quartiere è un labirinto di edifici fantastici e decorazioni intricate. È il luogo perfetto per una passeggiata fuori dagli schemi e per scattare foto uniche. Roseto comunale Nel quartiere Aventino si trova questo incantevole giardino botanico, che offre una vista mozzafiato sulla città eterna. Oltre alle migliaia di varietà di rose in fiore, il giardino ospita anche una terrazza panoramica che si affaccia sul Colosseo e sulle rovine del Palatino. Informazioni: La Domus Aurea La Casa Dorata di Nerone, o Domus Aurea, è un sito archeologico straordinario che offre un’immersione nel lusso dell’antica Roma. Le visite guidate permettono di esplorare i ricchi e decorati ambienti sotterranei della residenza imperiale, con affreschi originali e dettagli sorprendenti. I biglietti costano circa 14 euro e le visite sono disponibili solo su prenotazione. Informazioni: Le Catacombe di San Callisto Una passeggiata lungo la Via Appia Antica offre un viaggio nel passato di Roma, attraverso antiche rovine, mausolei e catacombe. Le Catacombe di San Callisto sono le più famose e comprendono circa 20 chilometri di gallerie sotterranee, che ospitano le tombe di martiri, papi e cristiani comuni. Informazioni: Roma è una città che continua a sorprendere e ad affascinare con la sua ricca storia e la sua bellezza senza tempo. Oltre al Colosseo e ai suoi monumenti più famosi, vi sono esperienze uniche e luoghi segreti che meritano assolutamente di essere esplorati. Dalle cripte misteriose ai giardini incantati, Roma offre un tesoro di scoperte per chi è disposto a guardare al di là dei luoghi più turistici. Che tu sia un viaggiatore curioso o un abitante locale, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire nella Città Eterna.

Roma insolita: esperienze e luoghi segreti da scoprire Leggi tutto »

orvieto da lontano

Orvieto: una perla arroccata sul tufo

Un borgo arroccato sul tufo, una cattedrale spettacolare e un pozzo bizzarro… Stai cercando un posto dove passare una domenica senza stress, mangiare piatti tipici e godersi un po’ di storia? Orvieto è la città perfetta. Arroccata sul tufo, Orvieto è una cittadina umbra poco distante da Roma e da Viterbo, dove storia e arte si uniscono per dare vita ad un borgo unico da visitare vicolo per vicolo.  Cosa vedere ad Orvieto? Borgo Duomo di Orvieto  Orvieto sotterranea  Pozzo della Cava  Torre del Moro Fortezza di Albornoz Il pozzo di San Patrizio Il borgo di Orvieto Incastonato su una rocca di tufo, il borgo di Orvieto è il posto perfetto per un’affascinante passeggiata tra i vicoli dal carattere medievale. Il borgo raccoglie numerosi negozietti dove poter acquistare le famose ceramiche e locali dove poter gustare la cucina tipa orvietana ed umbra, piatti tipici a base di carne, salumi, legumi e tartufo. Un giro in funicolare Per arrivare al borgo di Orvieto si può optare per la funicolare che, con € 1,30, dalla stazione a valle in pochi minuti porta direttamente al borgo. Durante il tragitto si può ammirare il bellissimo panorama sulla vallata. Il Duomo di Orvieto (Cattedrale di Santa Maria Assunta) Il Duomo di Orvieto spicca sul borgo con la sua architettura gotica, fu edificato nel XIII secolo. La facciata della Cattedrale è una magnifica composizione di mosaici e bassorilievi, che insieme al rosone, rendono questa chiesa un’opera d’arte a cielo aperto. L’interno della Cattedrale è altrettanto magnifico, soprattutto la sua famosissima cappella: la Cappella del Corporale, che conserva il corporale che fu intriso di sangue durante il miracolo di Bolsena. Orvieto sotterranea e Pozzo della Cava Sapevi che al di sotto di Orvieto esiste un grande sistema di tunnel e grotte scavate nel tufo? Sotto Orvieto infatti è presente una seconda città scavata nella roccia forse dagli Etruschi o forse precedentemente dove sono presenti stanzette, cisterne e cunicoli, tuttora visitabili con l’accompagnamento di una guida esperta del luogo. Pozzo della Cava Famoso nel sottosuolo orvietano è il Pozzo della Cava e le strutture sotterranee che lo circondano: il pozzo, scavato originariamente dagli Etruschi e poi continuato da Papa Clemente VII, è profondo circa 36 metri, intorno ad esso un vasto numero di costruzioni sotterranee come pozzi, cisterne, tombe e resti di un’antica fornace rendono questo luogo unico nel suo genere. Torre del Moro la Torre del Moro, con i suoi 47 metri di altezza, spicca nel centro del borgo. La torre fa parte del Palazzo dei Sette che durante il medioevo fu anche proprietà del Papa. La torre è visitabile e da sopra si possono ammirare i paesaggi orvietani a 360 gradi. Fortezza di Albornoz Costruita intorno al XVI secolo per ordine del Cardinale Egidio Albornoz, da cui prende il nome, oggi accoglie un bellissimo parco dove è possibile fare una passeggiata e godersi un. po’ di tranquillità umbra.  Pozzo di San Patrizio A pochi metri dalla Fortezza di Albornoz si trova il famosissimo Pozzo di San Patrizio. Costruito intorno al XVI secolo per odine di Papa Clemente VII, ha una particolarità: per accedere al pozzo bisogna percorrere delle scale che girano tutte intorno al pozzo stesso a cui si affacciano con delle finestre ad arco.

Orvieto: una perla arroccata sul tufo Leggi tutto »

paesaggio di rieti

Una passeggiata a Rieti: l’ombelico d’Italia

Sei nel Lazio e vuoi passare una giornata passeggiando in una bellissima città medievale? Rieti è la città perfetta per un giro turistico: chiamata Ombelico d?italia, Umbilicus Italiae, perché perfettamente al centro della nostra penisola, è una cittadina tranquilla ma vivace, dal sapore medievale ricca di storia, arte e cultura. Passeggiare a Rieti è un viaggio nella storia d’Italia: tra rovine romane, chiese splendide ed edifici medievali. Cosa vedere a Rieti? Ponte romano Fiume Velino  Duomo (Cattedrale di Santa Maria Assunta) Palazzo Vescovile Ombelico d’Italia  Giardini del Vignola Rieti sotterranea  Mura Museo Civico Museo Diocesano Il Ponte romano e il fiume Velino Rieti è una città antichissima e la sua importanza è sempre stata molta per la sua posizione geografica.  Abitata già in epoca preromana, diventa un importante centro dell’Impero Romano.  I Romani a Rieti costruiscono molte infrastrutture, la maggior parte ormai sepolte (Rieti Sotterranea) o distrutte.  Un Ponte Romano però, seppur distrutto, è ancora presente: sopra di esso il nuovo ponte che attraversa il fiume Velino è un perfetto punto per osservare il fiume che scorre gelido e trasparente.  Le rovine del ponte romano ormai sono la casa di oche, cigni e germani che lì trovano riparo e rifugio. Fiume Velino Partendo dal ponte Romano si può passeggiare lungo le rive del fiume Velino che scorre tra la città. L’atmosfera incantata del fiume dalle acquee completamente trasparenti rende unico il paesaggio, sopratutto in primavera. Duomo di Rieti – Cattedrale di Santa Maria Assunta Dal Ponte Romano, attraversando Via Roma si arriva alla Piazza Vittorio Emanuele, svoltando a sinistra si attraversa Piazza Cesare Battisti e ci si ritrova davanti lo spettacolo del Duomo di Rieti. Il Duomo di Rieti è la Cattedrale di Santa Maria Assunta. La sua costruzione risale al VI secolo.  La Cattedrale è stata un importante centro strategico a partire dal medioevo e fu alloggio di molti Papi.  Accanto alla Cattedrale, infatti, sorge anche il Palazzo Vescovile – di cui ti parlerò tra poche righe – , che fu Palazzo Papale per diversi anni. All’interno della Cattedrale si possono ammirare strutture in stile barocco, cappelle impreziosite da affreschi, dipinti e statue. Da vedere la cripta: una struttura che ospita affreschi antichissimi. Palazzo Vescovile Sappiamo che Rieti è stata diverse volte nei secoli sede papale. Il Palazzo Vescovile, all’epoca Palazzo Papale appunto, è attiguo alla Cattedrale di Santa Maria Assunta. Si può visitare gratuitamente il suo portico dove spesso si trovano delle bellissime esposizioni, come quelle delle ricostruzioni in miniatura di santuari Francescani, delle scene della vita di San Francesco o dei presepi che si tiene durante il periodo natalizio. Ombelico d’Italia Rieti è chiamata Ombelico d’Italia, Umbilicus Italiae, per via della sua posizione centrale sulla nostra penisola. A Rieti c’è una piazza dedicata al centro d’Italia, Piazza San Rufo,  dove si può vedere la struttura circolare che indicia  il punto esatto dell’Ombelico d’Italia. Qui si trova anche la bellissima Chiesa di San Rufo, da visitare assolutamente. Giardini del Vignola Lungo la strada verso il Duomo si incontrano i Giardini del Vignola. Fanno parte di Palazzo Vicentini e si chiamano così proprio in onore dell’architetto che li ha progettati: Jacopo Barozzi da Vignola. I giardini sono di libero accesso e oltre al bellissimo effetto labirinto delle sue basse siepi si può godere di una bellissima vista sulla città di Rieti su cui i giardini si affacciano.  Rieti sotterranea Abbiamo parlato del passato romano di Rieti. Ma dove possiamo vederlo? Nella Rieti sotterranea: è composta dai resti del viadotto costruito dai romani per alzare il livello della Via Salaria ed evitare che le piene del fiume Velino la invadessero e permettere che Rieti fosse collegata alla città di Roma. Si può visitare prenotando visite guidate.  Mura In alcuni tratti intorno la città si possono ancora ammirare le antiche mura medievali dotate di accesso alla città tramite porte e archi e di smerlature tipiche di quel periodo storico. Museo Civico Dove si possono ammirare opere di ogni tipo, sculture, dipinti, arte sacra e molto altro. Visita il sito ufficiale per saperne di più: https://museo.comune.rieti.it/ Museo Diocesano Si trova all’interno del complesso del Duomo e del Palazzo Vescovile e al suo interno sono esposti oggetti di arte sacra e liturgici. Scopri il lazio Scopri tutti i nostri luoghi preferiti per un un giorno fuori porta nel Lazio. Zaino in spalla!

Una passeggiata a Rieti: l’ombelico d’Italia Leggi tutto »

assisi

Assisi: la città di San Francesco

Esistente già in epoca preromana, Assisi è una delle città più belle e suggestive d’Italia. Dal borgo alla valle sottostante si possono ammirare tracce di diverse epoche storiche che fanno di Assisi una perla rara della storia italiana. Assisi, o Ascesi per i più legati alla tradizione, è un borgo umbro situato alle pendici del Monte Subasio. La sua storia è fitta di avvenimenti importanti: qui nacquero e vissero San Francesco e Santa Chiara, ad Assisi, secondo la tradizione, venne battezzato Federico II di Svevia detto stupor mundi, citata anche nella Divina Commedia, Assisi è davvero una città affascinante e piena di storia. Cosa vedere ad Assisi Basilica di San Francesco Si divide in Superiore ed Inferiore, questa basilica fu costruita subito dopo la morte del santo, ospita ancora oggi il Sacro convento dei Frati Minori. All’interno è possibile visitare la tomba di San Francesco che si trova al di sotto della basilica inferiore. Nella basilica superiore si possono ammirare gli affreschi di Giotto che narrano la vita e la storia di San Francesco. Visita il sito della Basilica di San Francesco: https://www.sanfrancescoassisi.org Basilica di Santa Chiara Anche questa basilica, come quella di San Francesco, fu costruita subito dopo la morte di Santa Chiara, insieme all’attiguo convento delle Clarisse. Al suo interno è possibile visitare la tomba di Santa Chiara e ammirare il famoso crocifisso di San Damiano. Questo crocifisso era installato nel Santuario di San Damiano all’epoca di Santa Chiara e quando le Clarisse si spostarono nella nuova chiesa, l’attuale basilica di Santa Chiara appunto, lo portarono con loro. Il crocifisso di San Damiano è famoso per la celebre storia secondo la quale il crocifisso stesso parlò a San Francesco indicandogli la strada da seguire chiedendo al santo di riparare la sua casa che stava crollando. All’interno della basilica sono custodite alcune reliquie dei santi Francesco e Chiara, tra cui le vesti, i cingoli, i capelli di Santa Chiara e il Vangelo di San Francesco, oltre ad altre reliquie interessanti. Cattedrale di San Rufino La cattedrale di San Rufino è una delle chiese più antiche di Assisi, qui furono battezzati San Francesco e Santa Chiara. Curiosità: lo sapevi che si dice che qui fu battezzato anche Federico II di Svevia? Chiesa nuova Questa chiesa è stata eretta sopra la casa natale di San Francesco. Al suo interno si trova la celletta dove San Francesco fu rinchiuso dal padre per costringerlo a cambiare idea sulla sua decisione di abbracciare la santa povertà. Casa natale di San Francesco e Plateola In un vicolo che fiancheggia la Chiesa Nuova, appena oltrepassato un piccolo cancello si entra nella casa natale di San Francesco. Suggestive sono le stanze che si trovano al di sotto della casa dove attualmente si può accedere. Poco più in fondo nello stesso vicolo si incontra una piccola cappelletta detta Plateola alla quale si accede da una porta in stile gotico, qui si narra che nacque San Francesco. Chiesa di Santa Maria sopra Minerva Sopra Minerva , appunto, perché in realtà questa chiesa era dapprima un tempio romano. Ancora oggi esternamente si può ammirare il colonnato e la struttura tipica di architettura romana. Foro romano Lungo la strada che porta alla piazza dove sorge la Chiesa di Santa Maria sopra Minerva si può accedere al Museo del Foro romano, ormai sotterraneo, di Assisi. Al di sotto dei palazzi si snodano delle gallerie in cui è possibile ammirare lapidi, sarcofaghi e altri reperti di origina romana. Chiesa Santa Maria Maggiore Famosa sia per la sua storia legata al santo, viene infatti chiamata anche Santuario della spogliazione, sia per essere il luogo in cui riposa il beato Carlo Acutis. Santuario di San Damiano Poco fuori dal centro storico ma già in piena campagna si trova il Santuario di San Damiano, il luogo che segnò non solo la vita di San Francesco ma anche quella di Santa Chiara. È qui infatti che a San Francesco parlò il famoso crocifisso di San Damiano, appunto, e dove Santa Chiara fondò l’ordine delle Clarisse e visse la sua vita. Il santuario è facilmente raggiungibile a piedi o in auto e il percorso per visitarlo al suo interno è segnalato da varie tappe che toccano tutti i punti salienti delle vite di Francesco e Chiara. Basilica di Santa Maria degli Angeli – Porziuncola Nella pianura sottostante il borgo di Assisi svetta la cupola della Basilica di Santa Maria degli Angeli. La basilica fu costruita sopra una molto più antica e modesta chiesetta, detta Porziuncola. La Porziuncola fu una delle chiesette di campagna ristrutturate dallo stesso San Francesco nel corso della sua vita e fu proprio qui che fondò un convento di Frati Minori dove lui stesso alloggiava molto spesso. All’interno del complesso della basilica si può visitare, oltre la suddetta Porziuncola, la Cappella del Transito e il roseto, dove crescono le rose senza spine uniche nel loro genere. Si dice che San Francesco, in preda ad una tentazione, si lancio tra questo rovo spinoso e all’improvviso sbocciarono queste magnifiche rose senza spine. Poco più avanti si trova la Cappella delle Rose e il Museo della Porziuncola. Visita il sito della Porziuncola: https://www.porziuncola.org Eremo delle carceri In mezzo al bosco sul Monte Subasio si trova l’Eremo delle Carceri, un eremo che spesso ospitava Francesco e i suoi frati che qui si raccoglievano in preghiera. Da questo punto si gode di un silenzio ed una pace unica che richiama alla mente immediatamente la storia di San Francesco. Visita il sito ufficiale dell’Eremo delle Carceri: https://www.santuarioeremodellecarceri.org/ Santuario di Rivotorto Poco lontano da Santa Maria degli Angeli si trova il Santuario di Rivotorto, qui, all’interno della chiesa, si trova una piccola struttura che viene chiamata Sacro Tugurio, si dice che in questo luogo Francesco e i suoi primi compagni facevano base nella prima fase della storia dei frati francescani. Visita il sito ufficiale del Santuario di Rivotorto: https://santuariorivotortoassisi.org/ Rocca Maggiore È l’edificio che si trova più in alto, la Rocca Maggiore, distrutta e abbandonata più volte negli anni, è stata

Assisi: la città di San Francesco Leggi tutto »