lago

Lago di Castel Gandolfo: tra natura, storia e cibo

Ciao viaggiatori e amanti delle gite fuori porta! Oggi vi portiamo alla scoperta di uno dei gioielli nascosti del Lazio: il Lago di Castel Gandolfo. Situato nel cuore dei Colli Albani, questo incantevole specchio d’acqua è il luogo perfetto per una giornata all’insegna del relax, della natura e del buon cibo. Pronti a partire? Andiamo! Cosa vedere Palazzo Pontificio: Castel Gandolfo è noto non solo per il suo lago ma anche per essere la residenza estiva dei papi. Non potete perdervi una visita al Palazzo Pontificio, un edificio storico ricco di arte e cultura. Santuario di Santa Maria della Rotonda: Un antichissimo edificio già facente parte della Villa di Domiziano fu dimora di molti ordini fin dai primi secoli d.C., oggi sorge una chiesa dove ammirare bellissimi mosaici e antichissimi bassorilievi Giardini di Villa Barberini: Se siete appassionati di giardini, i Giardini Barberini vi lasceranno senza parole con le loro terrazze panoramiche e la ricca flora. Il biglietto costa circa € 20,00 e può essere richiesto online su www.museivaticani.va Il borgo: Il borgo stesso è un piccolo gioiello medievale con vicoli pittoreschi e panorami mozzafiato. Passeggiare per le stradine di Castel Gandolfo è come fare un tuffo nel passato, con ogni angolo che racconta una storia diversa. Cosa fare Sport acquatici Il lago è perfetto per attività come il canottaggio, il kayak e il paddleboard. Noleggiate una barca a remi e godetevi la tranquillità delle acque mentre esplorate le rive. Escursioni e trekking I Colli Albani offrono numerosi sentieri per gli amanti delle escursioni. Uno dei percorsi più suggestivi è quello che porta al Monte Cavo, da dove potrete ammirare una vista panoramica incredibile su tutto il lago. Relax in spiaggia Sì, avete letto bene! Ci sono alcune piccole spiagge lungo il lago dove potrete rilassarvi e prendere il sole. Perfetto per una pausa rigenerante! Cosa mangiare Il Lazio è famoso per la sua cucina e Castel Gandolfo non fa eccezione. Tra i piatti da provare assolutamente ci sono: Per un dolce finale, non perdetevi i tozzetti con le mandorle, da intingere nel vin santo. Un po’ di storia e geologia Il Lago di Castel Gandolfo è di origine vulcanica, formatosi circa 70.000 anni fa. Fa parte del complesso dei laghi vulcanici dei Colli Albani, che comprende anche il Lago di Nemi. La zona è stata abitata fin dall’antichità, con resti archeologici che testimoniano la presenza di insediamenti romani. Il nome “Castel Gandolfo” deriva dalla famiglia Gandolfi, che nel XIII secolo costruì un castello sul sito dove oggi sorge il palazzo papale. La residenza estiva dei papi è stata un rifugio di pace e tranquillità fin dal XVII secolo. Consigli extra Pronti a vivere una giornata indimenticabile al Lago di Castel Gandolfo? Preparate lo zaino, indossate scarpe comode e lasciatevi incantare da questo angolo di paradiso nel cuore del Lazio. Buona gita!

Lago di Castel Gandolfo: tra natura, storia e cibo Leggi tutto »

Lago Trasimeno: una giornata tra sport e storia

Sei pronto per un’avventura che combina natura mozzafiato, borghi affascinanti e un tocco di storia? Allaccia gli scarponi e preparati per l’Anello del Trasimeno, uno dei percorsi di trekking più spettacolari dell’Umbria! Questo sentiero ti porta alla scoperta del Lago Trasimeno, un gioiello naturale che ha ispirato poeti e artisti per secoli. Dove si trova e territorio Il Lago Trasimeno si trova nell’Italia centrale, precisamente in Umbria, al confine con la Toscana. Questo lago affascinante è incastonato tra le colline umbre offrendo un paesaggio variegato che spazia dalle dolci ondulazioni dei vigneti e uliveti alle fitte aree boschive. Circondato da piccoli borghi medievali, il territorio intorno al Trasimeno è ricco di storia e cultura. Le sue acque tranquille e le sue isole, Maggiore, Minore e Polvese aggiungono ulteriore fascino a questo scenario idilliaco, rendendolo una destinazione ideale per gli amanti della natura e del trekking. Un po’ di storia Il Lago Trasimeno, con i suoi 128 km², è il quarto lago più grande d’Italia. Le sue sponde sono state abitate fin dall’epoca etrusca e romana. Una delle battaglie più celebri della storia romana, la Battaglia del Trasimeno, si svolse proprio qui nel 217 a.C., quando Annibale inflisse una dura sconfitta all’esercito romano. Punti di interesse Durante il trekking, passerai attraverso affascinanti borghi medievali, riserve naturali e splendidi paesaggi: Passignano sul Trasimeno Questo affascinante borgo sulle rive del lago Trasimeno vanta una storia antica che risale all’epoca romana. Dominato dal suo imponente castello medievale, Passignano offre ai visitatori un intrigante labirinto di vicoli pittoreschi, botteghe artigianali e ristoranti che servono piatti tipici umbri. La vista panoramica dal castello è imperdibile, regalando uno spettacolo mozzafiato sul lago e sulle sue isole. Castiglione del Lago Situato sulla sponda occidentale del Trasimeno, Castiglione del Lago è un gioiello medievale noto per la sua imponente Rocca del Leone. Costruito nel XII secolo, il castello offre una panoramica straordinaria sul lago e sulle colline circostanti. Il borgo conserva un fascino storico unico, con le sue mura medievali perfettamente conservate, le chiese antiche e le strette stradine che conducono agli affacci sul lago. Isola Maggiore Raggiungibile in traghetto, in questo piccolo paradiso il tempo sembra essersi fermato. Popolata fin dall’antichità, l’isola ospita la cappella dedicata a San Francesco, risalente al XIV secolo, il Castello Guglielmi e il curioso Museo del Merletto. I visitatori possono esplorare l’isola a piedi lungo i sentieri panoramici che conducono a piccole baie e punti panoramici, godendo di un’atmosfera autentica e rilassante lontano dalla frenesia quotidiana. Isola Polvese Su questa isola sorge il Monastero di San Secondo e un altro castello del XIII secolo. L’Isola Polvese è la più grande delle tre isole del Lago Trasimeno e rappresenta un angolo di natura incontaminata e storia affascinante. Abitata sin dall’antichità, l’isola è dominata dal monastero dei Monaci Olivetani risalente al XIII secolo. Circondata da acque limpide e tranquille, l’Isola Polvese è un paradiso per gli amanti del trekking e della natura, con sentieri che conducono attraverso boschi di lecci e olivi, offrendo viste mozzafiato sul lago e sulle colline circostanti. Qui, tra profumi di erbe aromatiche e il canto degli uccelli, i visitatori possono immergersi in un’atmosfera di serenità e bellezza paesaggistica, lontano dalla frenesia quotidiana. Riserve naturali Questa riserva naturale, situata lungo la sponda meridionale del Trasimeno, è un paradiso per gli amanti della natura e degli uccelli. Offre una varietà di habitat naturali, tra cui paludi, canneti e boschi di lecci, che sono l’habitat ideale per numerosi uccelli migratori e specie endemiche. I visitatori possono esplorare la riserva lungo sentieri ben segnalati che offrono occasioni ideali per il birdwatching e per ammirare la flora e fauna locali in un ambiente protetto e suggestivo. Cosa fare sul Lago Trasimeno Il Lago Trasimeno, con le sue acque tranquille e le sue isole pittoresche, offre una vasta gamma di attività per soddisfare ogni tipo di visitatore, dallo sportivo appassionato alla famiglia in cerca di relax e divertimento. Sport e attività Trekking: sono numerosissimi i sentieri lungo il lago e nelle isole che offrono scorci mozzafiato. Uno dei trekking più famosi è l’Anello del Trasimeno, un percorso circolare di circa 70 km che circonda il lago, che tocca diversi paesini pittoreschi. Può essere suddiviso in tappe giornaliere, perfetto per un’avventura di più giorni, oppure affrontato in sezioni più brevi per un’escursione di un giorno. Escursioni in kayak e canoa: esplorare il Lago Trasimeno in kayak o in canoa è un’esperienza indimenticabile. Numerose associazioni locali offrono noleggio di attrezzature e tour guidati, permettendoti di scoprire angoli nascosti e approcciare le isole dal punto di vista dell’acqua. Windsurf e kitesurf: grazie alle sue condizioni ventose ideali, il Lago Trasimeno è anche un ottimo spot per praticare windsurf e kitesurf. Le scuole locali offrono lezioni per principianti e noleggio attrezzature per i più esperti. Birdwatching: sul lago e nelle diverse oasi situate lungo le sponde e nelle isole del Trasimeno si possono avvistare facilmente specie acquatiche e di palude come aironi bianchi maggiori, aironi cenerini, folaghe, germani reali, cormorani, martin pescatori, garzette, tarabusi, svassi, cavalieri d’Italia e molte altre specie. Pesca: il lago è rinomato per la pesca sportiva, con una varietà di specie ittiche tra cui carpe, tinche e persici reali. È possibile pescare da riva o affittare una barca per esplorare i migliori spot di pesca. Eventi e manifestazioni Durante l’estate, numerosi eventi e feste popolari animano le rive del lago Trasimeno, offrendo un’opportunità unica di immergersi nella cultura locale. Dai festival gastronomici alle celebrazioni storiche, c’è sempre qualcosa da scoprire sulle sue sponde. Dormire al Lago Trasimeno Il Lago Trasimeno offre una varietà di opzioni di alloggio che soddisfano tutte le esigenze e i budget, rendendo facile trovare il luogo perfetto per rilassarsi dopo una giornata di avventure. Sulle sponde del lago, troverai affascinanti hotel e bed & breakfast che offrono comfort moderni con viste mozzafiato sul lago. Per un’esperienza più immersiva nella natura, ci sono numerosi agriturismi e campeggi, dove puoi svegliarti circondato dal verde delle colline umbre. Le case vacanza e gli appartamenti

Lago Trasimeno: una giornata tra sport e storia Leggi tutto »

lago di bracciano

Lago di Bracciano

Il Lazio è una regione che vanti diversi laghi, a pochi passi da Roma si incontra il Lago di Bracciano. Il Lago di Bracciano ha origini vulcaniche, infatti, si è formato riempiendo la camera magmatica di un antico vulcano. È uno dei laghi più profondi d’Italia, numerosi, infatti, sono gli amanti del sub che si immergono nelle sue acque. Sul Lago di Bracciano affacciano i tre comuni di Trevignano Romano, Bracciano e Anguillara Sabazia. Cosa fare al Lago di Bracciano? Visitare i tre borghi Se hai qualche ora puoi visitare i tre borghi che affacciano sul lago: Il lungo lago Se d’estate si trasforma in una vera e propria spiaggia dove è possibile affittare ombrelloni e sdraio, durante il resto dell’anno è particolarmente piacevole e rilassante passeggiare sul lungo lago del Lago di Bracciano che, in base al punto, cambia radicalmente: da spiaggette selvagge dove avvistare gli uccelli nei logo habitat naturali a passeggiate piene di locali e negozi dove fermarsi per un aperitivo vista lago. Attività sportive Per gli amanti delle attività sportive il Lago di Bracciano è perfetto: giro del Lago in kayak, lezioni di vela, gite subacquee ed escursioni nel bosco. Cosa mangiare? Numerosissimi sono i locali deliziosi e romantici in riva al lago dove guastare praticamente ogni tipo di cucina per un pranzo veloce, una cena romantica o un aperitivo vista lago. Come arrivare? Bracciano si trova a circa un’ora di auto da Roma e si raggiunge percorrendo la Via Braccianese Claudia. Quando andare a Bracciano? Il periodo migliore dell’anno per visitare il Lago di Bracciano è sicuramente la primavera perché con le belle giornate il Lago diventa veramente magico ed è piacevole passeggiare anche sotto il sole grazie alle temperature miti. Cerchi una gita fuori porta? Scopri tutti i nostri luoghi preferiti per un un giorno fuori porta nel Lazio e in Umbria.

Lago di Bracciano Leggi tutto »