hiking su un sentiero di montagna

Difficoltà dei sentieri: cosa significano le diverse sigle?

Se siete stati almeno una volta in montagna o avete fatto almeno una volta trekking vi sarete sicuramente imbattuti nelle sigle che identificano le difficoltà dei sentieri. Ma cosa significano?  Scopriamolo insieme. Sulle mappe, sui siti specializzati e sui cartelli e segnavia spesso si trovano delle sigle, lettere che identificano la difficoltà dei sentieri escursionistici. Queste sigle assegnate dal CAI (Club Alpino Italiano) indicato agli escursionisti la difficoltà del sentiero, il tipo di terreno e la preparazione atletica necessaria per affrontarlo, oltre alla presenza o meno di neve e quindi di difficoltà alpinistiche. Sigle CAI sentieri T – Turistico Sono sentieri facili su vie, sentieri e mulattiere segnalate da segnavia e cartelli, al di sotto dei 2000 metri. Per percorrerli è sufficiente un allenamento alla camminata e un minimo di orientamento e conoscenza del luogo dove ci troviamo. E – Escursionistico Questi sentieri sono di diverso tipo, su tutti i tipi di terreno, sia pianeggianti che su pendii non esposti o dove sono presenti attrezzature di protezione come cavi, scale, paletti che non hanno bisogno di attrezzature specifiche e tecniche per essere utilizzate, come corde, moschettoni, ecc. Sono sentieri sempre ben segnalati. Per percorrere questi sentieri è necessario essere allenati alla camminata e conoscere un po’ l’ambiente montano, oltre ad avere scarponi da trekking e vestiario adeguato. EE – Escursionista esperto I sentieri EE sono percorsi più difficili da percorrere, spesso su pendii scivolosi o su pietraie, con punti esposti non protetti. Sono segnalati ma è necessaria comunque più attenzione e preparazione fisica oltre che una buona conoscenza dell’ambiente montano. Sono necessarie le attrezzature da trekking come scarponi e vestiario adeguato. Per i passi esposti attrezzati come le vie ferrate semplici è necessario avere con sé un equipaggiamento di autoassicurazione come moschettoni, imbrago, corde, ecc. EEA – Escursionista esperto con attrezzature Sono sentieri attrezzati e vie ferrate dove è necessario avere con sé e saper utilizzare i dispositivi di autoassicurazione (corse, imbrago, moschettoni, discensori, dissipatori, ecc). Da non affrontare se non si è preparati fisicamente e psicologicamente, se si soffre di vertigini e se non si è in grado di utilizzare attrezzatura specifica. Attenzione: Queste sigle si riferiscono a sentieri NON alpinistici, privi di neve o al massimo con presenza di qualche nevaio non pericoloso. Per affrontare sentieri su neve o ghiaccio è necessaria l’esperienza e la preparazione alpinistica oltre che diverso tipo di attrezzatura.  Non metterti mai in cammino su un sentiero se non sei sicuro che la difficoltà faccia al tuo caso. Porta sempre con te l’attrezzatura necessaria e assicurati di avvertire qualcuno prima di partire. Porta sempre con te cartine e mappe, telefono, gps, acqua e viveri, kit di primo soccorso e di sopravvivenza. Non sai cosa portare nello zaino? Leggi il nostro articolo: Cosa portare nello zaino per un giorno fuori porta? Leggi ora I consigli per un giorno fuori porta Leggi tutti i nostri consigli per un giorno fuori porta. Consigli

Difficoltà dei sentieri: cosa significano le diverse sigle? Leggi tutto »