due persone che passeggiano su un sentiero in montagna

Vacanze in montagna d’estate: come scegliere l’abbigliamento giusto

Cosa si indossa in estate in montagna? Vediamolo insieme. Hai scelto di passare qualche giorno o tutte le tue vacanze estive in montagna ma è la prima volta che frequenti luoghi montani in estate e non sai cosa metterti? Te lo spiego in questo articolo 🙂 L’outfit per un giorno in montagna d’estate Per passare una giornata di trekking in montagna d’estate dovrei ragionare bene sul tuo outfit: le temperature e il clima in montagna cambiano molto di giorno in giorno e anche di ora in ora. Mentre la mattina e la sera le temperature possono essere veramente basse e tirare molto vento, durante le ore centrali della giornata il sole può scaldare molto e l’indice di raggi UV e le temperature essere altissimi. Come vestirsi allora? La risposta è semplice e banale: a strati 🙂 Vestirsi a strati è l’unica soluzione possibile quando l’escursione termica è estrema, come durante l’estate in montagna.  Outfit a strati Primo strato: maglia antisudore Il primo strato, ciò quello a contatto con la pelle, dovrebbe essere una maglia antisudore e traspirante, facile da asciugare quando si suda e che sia fatta di un tessuto che tenga freschi il più possibile.  In montagna, infatti, anche quando le temperature sono più basse, praticando attività fisica anche molto intensa si suda molto e, si sa, il sudore è il peggior nemico del montanaro: è importante tenersi all’asciutto per evitare che il sudore si freddi addosso alla pelle e torniate a valle con un raffreddore o con un brutto mal di schiena! Consiglio: porta con te nello zaino una maglia antisudore extra, quando arriverai in vetta o quando ti accorgerai di essere troppo sudato puoi cambiarla e lasciar asciugare la maglia bagnata attaccandola direttamente sullo zaino. in questo modo sarai sempre all’asciutto. Secondo strato: felpa leggera in pile o camicia tecnica Il secondo strato, ovvero quello di mezzo, dovrebbe essere una felpa leggera in pale o un camicia in tessuti tecnici, che siano traspiranti e leggeri. Questo strato si può omettere se le temperature sono alte: è importante non tenersi troppo al caldo per evitare il sudore. Se decidi di non indossarlo portalo comunque con te nello zaino: le temperature cambiano molto di ora in ora e all’improvviso, inoltre, la temperatura sarà molto più bassa in vetta per via anche del vento. Terzo strato: shell antivento ed impermeabile Il terzo strato, quello più esterno, è quello che richiede maggiore attenzione. È lo strato che fa la differenza tra inzupparsi e restare all’asciutto o sentire freddo per via del vento. Questo strato deve essere composto da uno shell antivento e impermeabile, ma anche leggero e possibilmente in tessuto traspirante e con delle aperture che permettano di far evaporare il sudore. Deve essere comodo, poco pesante e che permetta di muoversi bene e con facilità per poterlo indossare senza stress per tutto il percorso.   Altri indumenti Testa Ricorda di portare con te un cappello per il sole ed una bandana leggera che ti protegga dal sole e dal vento. Proteggi gli occhi con un paio di occhiali da sole categoria 3 di qualità. Non fa mai male avere con sé anche uno scaldacollo leggero: in caso di sudore può proteggere il collo dal vento. Non sai cosa portare nello zaino? Leggi il nostro articolo: Cosa portare nello zaino per un giorno fuori porta? Leggi ora Piedi I piedi meritano una sezione a parte. In generale, ricorda di indossare calzini da trekking alti e spessi per prevenire vesciche e non far stancare troppo il piede. Per le scarpe, dovrai scegliere in base al tipo di terreno dove camminerai: in generale saranno perfetti degli scarponi medio-alti o alti che proteggano le caviglie, possibilmente impermeabili e con una suola antiscivolo e che attutisca bene il piede. Una scarpa con tessuto Gore-Tex e suola in Vibram è ottima in questo caso!

Vacanze in montagna d’estate: come scegliere l’abbigliamento giusto Leggi tutto »